sabato 23 maggio 2020

Tirano gli elastici: ecco la soluzione

Non so voi, ma non riesco a portare gli elastici dietro le orecchie, diciamo che dopo un poco di tempo che hai indosso la mascherina ti da fastidio tutto.
Avevo salvato su pinterest ancora mesi fa un tutorial americano con stoffe e bottoni molto colorato; poi in questi ultimi tempi si sono ingegnati anche gli italiani e quindi ho seguito un tutorial nostrano!
Di cosa parliamo? Dei salva-orecchie o reggi-elastici ci sono vari modi per chiamarli, comunque visto e cucito, funzionano benissimo.

Vanno indossati dietro la nuca, anche sotto i capelli per chi li ha lunghi, in questa maniera si può anche abbassare la mascherina, se dobbiamo bere, senza doverla sfilare dall'orecchio.

Con questo post partecipo al pickpin di maggio di Betta ed ho seguito il seguente tutorial preso da youtube.

sabato 9 maggio 2020

Ciambella alle fragole

Un'amica su Instagram ha proposto per maggio un'iniziativa in cui utilizzare per questo mese i seguenti ingredienti: farina senza glutine, origano e noce moscata. 
Chissà perchè avevo letto noce moscata ma, poi ho usato cannella. La farina senza glutine, non la uso mai, è solo la spesa del marito delle scorse settimane, in cui non trovava la solita e ha preso ciò che ha trovato!
Quindi ecco qua la mia versione per una ciambella alle fragole:
- 100 gr di farina 00;
-   90 gr di farina senza glutine;
-    2 uova;
- 100 gr di zucchero di canna;
- 100 ml di latte;
-   80 ml di olio di semi (io di girasole);
- 1 bustina lievito per dolci;
- Cannella;
- 6 belle fragole per il ripieno.

Procedimento: montare le uova con lo zucchero. Versare l'olio ed il latte mescolandoli. Setacciate la farina con il lievito e aggiungete anche la cannella. Continuate a mescolare.
Tagliate a pezzetti le fragole ed incorporatele al composto.
Versatelo in una teglia e fate cuocere in forno a 170° per 45 minuti (io ho il forno ventilato). Per quello statico potete aumentare di 10° circa. Poi come sempre per sapere se è cotto dovete fare la prova stecchino.
Spero vi piaccia anche questa versione, poco zuccherato e ottimo per la colazione anche della mamma.

Con questo post partecipo al pickpin di Betta di Maggio e l'ispirazione l'ho presa da qui.

venerdì 1 maggio 2020

Ditelo con i fiori...alla mamma!

Ciao a tutti, siamo all'inizio del mese di maggio dedicato a Maria Vergine e alle nostre mamme.
Chissà chi potrà festeggiare insieme a lei in questo periodo! Chi è in cielo la ricorderà ugualmente con una preghiera ed un fiore.
In questi giorni sto partecipando su Instagram ad un challenge così chiamato, di artigiane creative, dove per 15 giorni dobbiamo pubblicare qualcosa delle nostre creazioni o della nostra vita creativa. Due giorni fa il tema era: il regalo perfetto per te.
In quel momento non avevo nulla di pronto e allora ho pensato di fare qualcosa per la festa della mamma. Mi attirano tanto le borse con la chiusura a nodo stile giapponese che si indossano al polso.
La borsa è la classica foderata che avevo già cucito, in questa versione ho solo inserito due manici di diverse dimensioni per avere l'effetto di una borsa che si può portare al polso.
Che dite alla mamma può essere utile, poi con questa bella fantasia di fiori!?!

Con questo post partecipo al pickpin di maggio di Betta e l'ispirazione l'ho presa da questo sito solo per i manici.

venerdì 17 aprile 2020

Mascherine...

Non volevo nè cucirle e nemmeno pubblicarle ma, poi diventando obbligatorie per tutti quando usciamo di casa (non sono io che faccio la spesa, al massimo mi servono solo per andare in farmacia),  ho provato e seguito tanti modelli, sembrano facili ma il mio inghippo è sempre sulle pieghe finali. 
Poi due giorni fa, un medico donna me ne ha chieste due ma, non per lei bensì per il marito che attorno all'isolato fa la sua corsa giornaliera e quella chirurgica non riesce ad usarla, quindi le desiderava di cotone e per lo più con l'elastico solo sulle orecchie.
Riprovando altri tutorial, alla fine oggi ne ho consegnate tre.
Sembrano uguali invece sono modelli differenti con altrettanti tre elastici diversi.
Proverà quella che va meglio.

Con questo post partecipo al pickpin di Betta di aprile (dolce dormire) e l'ispirazione l'ho presa dai seguenti video:

sabato 11 aprile 2020

Visita a Colorno

L'anno scorso ai primi di marzo siamo stati a Colorno in provincia di Parma, dove c'è una famosa reggia chiamata appunto Reggia di Colorno.
Arrivando dalla parte di Mantova le indicazioni per il paese erano nulle. 
Come riferimento principale quindi, abbiamo seguito per Brescello famoso paese dove sono stati girati i film di don Camillo e Peppone. Il paese non lo si attraversa centralmente ma, solo dall'esterno e prima di arrivare c'è proprio una gigantografia dei due famosi personaggi.
Proseguendo per la strada che passa sopra l'argine, finalmente arriviamo a Colorno, dove alcuni amici ci stanno aspettando.
La Chiesa parrocchiale è il primo edificio che visitiamo ma, di cui non ho fotografato nulla.
Questa è l'entrata principale della maestosa Reggia.

 Il viale centrale dei giardini (eravamo inizio marzo ed non era ancora fiorito nulla).

Al suo interno, attualmente, da alcuni anni vi è una famosa scuola alberghiera internazionale.


Con questo mini tour, vi auguro una serena Santa Pasqua a voi e alle vostre famiglie.

(Se passate di qua dopo il 12 cioè il giorno di Pasqua, non serve scrivere in ritardo, perchè per chi non lo sa, la Pasqua dura 8 giorni).



giovedì 2 aprile 2020

Borsa jeans leggero

Nella primavera 2019 ho regalato ad un'amica insegnante di religione, che abita in provincia di Parma, una borsa di stoffa di jeans leggera foderata con il cotone.
Donata perchè aveva ospitato mio marito di passaggio per Firenze, quindi per lei la borsa e per suo marito una bottiglia di vino.
Quindi come succede spesso, è stato un super regalo gradito che non si aspettava.
Anche lei ama l'azzurro come me, quindi ho messo la fodera di questo colore.

Una borsa non molto grande ma, capiente e resistente. Utile per: una piccola spesa, qualche libro, gomitoli per sferruzzare quando si va in giro!
Quella che ho cucito per me, la uso già da due anni (vedi qui). 

Con questo post partecipo al Pickpin di Betta di Aprile ed ho seguito il tutorial in italiano della mia amica Pia.


giovedì 26 marzo 2020

Portamonete gattinoso

Tanti bei gattini circolano per casa ed in rete, volevo provare a farne uno come portamonete e riciclando le cerniere che negli anni mia madre mi ha regalato, scucendole da tanti progetti e/o vestiti usurati.


Questo è il porta-monete cucito per me di cotone foderato, così tiene bene oltre alle monete di metallo, anche le banconote di carta piegate. 
Il portafoglio sinceramente è una vita che non lo uso, troppo pesante.
Invece di ricamare o passare con il filo, ho disegnato il viso con i colori da tessuto.

Con questo post partecipo al Pick pin di marzo di Betta e l'ispirazione l'ho presa da qui.

giovedì 19 marzo 2020

19 marzo San Giuseppe

Oggi 19 Marzo festa di San Giuseppe patrono della famiglia e della Chiesa universale si festeggia anche la festa dei papà.
A casa nostra non si usa molto questa data, per il semplice fatto che mio padre compie gli anni tre giorni prima il 16 marzo, quindi diciamo che la festa del papà per noi è sempre stata alla data del suo compleanno.
Quest'anno per ovvie ragioni, ho telefonato e basta.
Il dolce che pubblico è una ricetta fatta ancora l'anno scorso.
 
Ingredienti: 
- gr. 250 di farina 00
- gr. 30 di farina di riso
- 100 gr di zucchero
- 3 uova
- 1 yogurt a vostro piacere (io al limone)
- mezza bustina di lievito per dolci
- 160 ml di olio
- 20 ml di liquore amaretto.
In una ciotola separate i tuorli dagli albumi. Sbattete questi ultimi con un pizzico di sale e i tuorli con lo zucchero.
Aggiungete l'olio, il liquore. Setacciate la farina con il lievito e unite al composto liquido. Incorporate gli albumi a neve.
Sopra al dolce io ho messo biscotti sbriciolati (invece che le mandorle, non avendole) che di solito sono quelli che si avanzano sempre nella scatola di latta e di cui metto da parte. 
Infornate in forno per 30 minuti a 170° gradi circa.

Con questa torta partecipo al pickpin di Betta di marzo e l'ispirazione l'ho presa da Mamma Jessica un'amica conosciuta su Instagram.

venerdì 21 febbraio 2020

Ecologia e dischi struccanti

Nel lontano 2015 mi ero cucita alcuni dischi struccanti lavabili. Li possiedo ancora, usandoli e riutilizzandoli si consumano (ma mai come quelli acquistati che si buttano subito) e così ne ho confezionati degli altri sia per me e anche per chi li ha ricevuti in dono da parte mia in qualche occasione speciale.
All'improvviso da un'anno a questa parte su internet vanno tanto di moda, tutto a pro-ecologia.
Basti pensare alle nostre nonne che tutto era cucito e nulla veniva usato e gettato. Penso che alla fine di nuovo non ci sia nulla.
Rotondi
Quadrati

Voi quali preferite?

Con questo post partecipo al pickpin di Betta di Febbraio, in cui con gli avanzi di tessuto e cotone si possono fare queste semplici cose.
In internet ci sono tanti link da seguire e questa volta ho seguito il corso di Naira.

giovedì 13 febbraio 2020

Cuori di carta

Quando si dice una cosa semplice, semplice che al primo tentativo e con le spiegazioni della cara amica Pia, sono riuscita perfino anch'io a ritagliare.
Cuori di carta, come gli ho visti, ho pensato subito  che andavano bene come contorno di base per le fette di una torta al limone.
Con questo post partecipo al Pickpin di Betta di Febbraio condividendo questo link.

martedì 4 febbraio 2020

Crostata salata al radicchio rosso di Verona e speck

Siamo giunti anche a febbraio con la seconda ricetta che ho portato a Natale alla mia famiglia.
Torta salata che diventa una crostata.
Super gradita da tutti grandi e piccini, pensavo che i nipoti non mangiassero il radicchio cotto invece due nipotine mi hanno detto: "noi mangiamo di tutto".



La pasta sfoglia veloce friabile l'ho fatta io, da una mia ricetta.
Invece il ripieno della torta: radicchio veronese e speck ho preso ispirazione da uno chef locale che pubblica le ricette, in un giornale periodico, che arriva gratuitamente in forma cartacea nella cassetta della posta e stampata nel paese dove vivo.
Ingredienti per il ripieno: 
 - 400 gr di radicchio rosso di Verona;
- 3 fette di speck da 1 cm;
- Grana;
- 2 uova;
- 1 scalogno per me (la ricetta ne prevedeva 2);
- sale e pepe (questo io non lo metto mai).


Tagliate alla julienne il radicchio e mettetelo dentro una vaschetta di acqua, aggiungete un cucchiaio di sale grosso e lasciatelo in ammollo per circa 1 ora, questo serve per togliere l'amarognolo dal radicchio.
Nel frattempo tagliate lo speck a strisce. Togliete il radicchio dall'acqua e con una centrifuga asciugatelo bene.
Prendete una padella, mettete un filo d'olio, lo scalogno tritato finemente, un pizzico di sale, dopo poco aggiungete il radicchio e cuocete per circa 20 minuti a fuoco medio fino a che si asciughi il sugo.
Prendete una tortiera, mettete la carta da forno, adagiate la pastasfoglia e con la forchetta bucherellatela.
In una ciotola mettete dentro il radicchio freddo, le uova, lo speck e un poco di grana e mescolate il tutto, versatelo quindi nella tortiera, chiudete la pastasfoglia; (io invece ho fatto le strisce, come fosse una crostata, con la pasta avanzata), una spolverata di grana ed infornate a 180° per circa 20 minuti.


sabato 11 gennaio 2020

Tovagliette di cotone variopinte

Tovagliette americane per il mio papà regalate a Natale per usarle quando mangia qualcosa sul suo tavolo di hobby tuttofare: pittore di quadri, scrittore di libri, insegnante nelle ripetizioni ai nipotini.

Grande conoscitore di paesi lontani senza averli mai visitati, solo per il piacere di leggere le varie enciclopedie in formato cartaceo, che a casa dei miei esistono ancora, e così continuare sempre ad imparare cose nuove.

Il tutorial seguito per queste tovagliette è uguale all'originale, tranne gli abbinamenti della stoffa ed il bordo attorno con cucitura a fantasia, invece che diritto.

Con questo post partecipo al Pickpin di Betta ed ho seguito il tutorial di Pia.


domenica 5 gennaio 2020

Grissini ripieni in pasta sfoglia

Per il pranzo di Natale, nella mia famiglia ci si divide i compiti, penso in tante altre parti, dove ognuno ha la responsabilità di portare qualcosa di specifico. A me hanno commissionato le cose salate.
Quindi iniziamo la carrellata con i grissini ripieni (unico piatto in cui ho comprato la pasta sfoglia).
La mia variante è stata di mettere oltre allo Speck, come da ricetta, il prosciutto cotto ed il formaggio squarcione (per chi non lo conosce è simile allo stracchino).


Per la ricetta ho preso ispirazione da Lorenzo in Cucina un ragazzo di una scuola alberghiera che ha anche un suo canale You tube dove pubblica le sue ricette. Questo è il link Grissini di pasta sfogliapartecipando sempre al Pickpin di Betta di gennaio 2020.

mercoledì 1 gennaio 2020

Auguri 2020

Auguri di ogni Benedizione e Grazia.
Un nuovo anno per tutto ciò che desiderate ma, la cosa più grande che vorrei scrivere è per le amicizie che si sono create in questi anni tra blogger e che continueranno a crescere nella condivisione, creatività, bellezza, gioia, pace, serenità.

(La foto è estiva ma, mostra ciò che voglio esprimere, la varietà dei nostri blog e l'amicizia che ci lega).

P.S.: l'anno è appena iniziato non serve dopo giorni scrivere in ritardo, abbiamo tutto un mese e più per farci gli auguri. 
Dove è scritto che bisogna farli solo il primo giorno del mese di gennaio.