sabato 21 febbraio 2015

Torta all'arancia di una volta

Prima volta che volevo seguire alla "lettera" una ricetta, come facevo un tempo, poi come sempre leggendola ho stravolto a modo mio.
       (Torta all'arancia: appena sfornata dal forno a legna, di sera e profumata)

Qui vi do gli ingredienti reali, tra parentesi i miei:

gr. 300 farina (200)
gr. 250 zucchero (100 anche troppo)
gr. 75 burro (un vasetto di olio)
3 uova
2 arance
un cucchiaio di latte o acqua
una bustina di lievito

Mescolare in una terrina, lo zucchero con i tuorli e la buccia grattugiata delle arance (mai fatto); aggiungere il succo (questo si); la farina setacciata con il lievito, il burro fuso tiepido, un cucchiaio di latte o di acqua e le chiare montate a neve; lavorare bene il tutto per una decina di minuti (una volta avevano tanto tempo per farlo).
Versare in tortiera imburrata (carta da forno più veloce) e passare in forno appena acceso. Tempo di cottura: 30 minuti circa, a temperatura moderata. 
(Per me che utilizzo il forno a legna, circa 20 minuti se temperatura elevata, altrimenti sempre e solamente quando sento il profumo e poi la prova dello stecchino).

Il giorno dopo, quando è venuta a trovarmi per la prima volta un'amica: Albarosa, regalandomi questo bel cestino di primule.

venerdì 13 febbraio 2015

Cuscino coccoloso

Un semplicissimo cuscino dove per confezionarlo si usano solo la forbice e le mani. L'ho visto ed ho pensato proviamo!

Tagliato un quadrato di stoffa di 50 cm doppia di pile o tessuto simile.
Disegnato con gesso per tessuti un cuore, ritagliando la stoffa sempre in doppio.
Girato la stoffa dal lato diritto per entrambi i lati.
Sempre con la forbice, ho tagliato tutto il bordo del cuscino in listarelle (fatele un poco lunghe) io sbagliando all'inizio le avevo tagliate corte. Annodarle tra di loro ed inserire semplice imbottitura da cuscini.
                             
Un piccolo coccoloso cuscino. Un regalo per un bimbo, per abbellire casa o anche solo da ammirare.
Io avevo questa stoffa morbida azzurra (mio colore preferito).

(Qui sotto trovate il tutorial, è in lingua inglese ma, con la traduzione e l'esempio fotografico dei vari passaggi si capisce  bene).

domenica 8 febbraio 2015

Una giornata nella mia vita da blogger

Titolo del post per l'esercitazione finale del secondo corso che sto seguendo.
Dopo il primo corso dell'anno scorso, in cui mi è stato insegnato a programmare post, pagine, fotografare sempre meglio; ho cercato di seguire tutto questo per un periodo di tempo, poi come sempre mi sono lasciata andare all'ispirazione del momento.
Mi sono iscritta ai vari social: Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest (a cui devo ancora mettere le icone sul blog: scusami tutor-insegnante).
Nell'anno passato, ho avuto la tentazione, più di una volta per le immagini che mancano, per la grafica ed un home page migliore di contattare chi lo sa fare di mestiere ma, essendo molto testarda, voglio riuscirci da sola!
Ma l'idea migliore quando mi viene? Dalla vita reale di ogni giorno specie uscendo di casa, passeggiando nella natura ed incontrando persone, alzando gli occhi al cielo: osservo tutto ciò con occhi nuovi e diversi e questo mi da lo spunto per nuovi titoli e post.
Il mio blog all'inizio l'ho aperto per il "cucito creativo".
A metà dell'anno scorso ho avuto momenti di blocco creativo, sia per problemi di salute, sia perché mi chiedevo a cosa servisse che facessi tutto questo. Non avevo più entusiasmo.
Nel frattempo ho scoperto che mi piace scrivere emozioni, pensieri della mia vita sotto forma di racconti ed immagini.
Fotografare e descrivere quando cucino qualcosa di "dolce" principalmente, per questo motivo ho aperto una nuova pagina dedicata alle "ricette di casa mia".
                (Dietro le quinte di un dolce che pubblicherò più avanti).
Non sempre le foto di questi dolci sono perfette perché l'idea di prepararli mi viene sempre e solo la sera. 
Passati alcuni mesi le idee sono ritornate, la voglia di fare pure: cucire, infornare torte nel forno a legna in inverno e altre novità che sono in arrivo.
Grazie come sempre a questa "scuola" ed al confronto con altre persone "virtuali" ma, in carne ed ossa che ti danno una mano, un incoraggiamento e ti aiutano a migliorare.
Ma chi è Marta in realtà? Una persona semplice, sincera, sensibile, con la testa tra le nuvole a volte, che ha aperto "Doni Creativi" per esprimere ciò che ha nel cuore e nell'anima...e continuare a sognare perché molte volte i sogni si avverano...