venerdì 4 dicembre 2015

Sacchetto e dono al volo!

Un'amica e vicina di casa di un tempo, ritornata in Italia per alcuni giorni ad ottobre, trovandosi qui proprio nel giorno del suo compleanno, ho pensato di farle un piccolo dono.
Avevo un bagnoschiuma nuovo e così ho cucito un sacchetto al volo come carta da regalo.
Un buon utilizzo anche per dopo: il sacchetto può servire per molteplici usi.
Dono sempre gradito!



sabato 21 novembre 2015

Crostata rovesciata

Crostata tipico dolce di casa mia con pasta frolla fatta a mano da mia madre. 
E' rarissimo che mi cimenti in questa preparazione ma, questa volta con tante mele naturali prese direttamente dal contadino ho provato a fare una bella crostata rovesciata.

Ingredienti:
300 gr di farina
100 gr di zucchero
100 gr di burro
un pizzico sale
un poco di lievito per dolci
2 mele
cannella


In un pentolino diluite zucchero e un poco di burro, poi prendete una tortiera e copritela con carta da forno sulla base mettete il burro e lo zucchero sciolti, le mele tagliate a fette e cospargetele con un poco di cannella.

Impastate farina, lievito, burro, zucchero, l'uovo, il sale. Adagiate la pasta frolla sopra le mele, cercando di farla scendere un poco al bordo tra il recipiente e le mele.

Infornate  per 30 minuti a 180°, poi dipende sempre dal forno (io uso in questa stagione quello a legna), comunque fa sempre fede il profumo e la prova stecchino.

Quando cotta lasciate riposare fuori dal forno, rovesciate sul piatto e gustate...















venerdì 6 novembre 2015

Riciclo asciugamano in mini dischi struccanti

Ci accorgiamo che stiamo finendo i mini dischi struccanti e pensiamo, tra un poco dovremo comprarli di nuovo.
Scopriamo che nel sito di un'amica c'è un'idea per poterli fare da noi, riutilizzandoli sempre dopo averli lavati. Proviamo anche noi a fare altrettanto!
Prendiamo un asciugamano vecchio e logoro.
Lo tagliamo in tanti dischetti.

Io ho tagliato anche dei cerchi di stoffa di cotone dalle rimanenze di altre stoffe e cucito insieme i due dischi.

Pronti per il loro utilizzo.


Confezionati ad agosto, li sto utilizzando con molta soddisfazione. Si lavano in lavatrice con la biancheria, ed escono come nuovi ops come riciclati ma sempre belli.


Fonte: Dischetti struccanti

domenica 25 ottobre 2015

Passeggiata a Verona!

Un mese fa giusto oggi (25 settembre) avevo voglia di respirare aria di città e quindi quel venerdì pomeriggio siamo andati a Verona.
Bellissima giornata di sole ancora caldo per passeggiare.
Piena di turisti che ammiravano l'arena e si facevano fotografare con qualche comparsa vestita da soldato romano, anche se al suo interno erano in corso le prove di un gruppo che avrebbe cantato la sera e la musica risuonava all'esterno per l'ascolto di tutti.
Ve ne parlo e poi per voi non l'ho nemmeno fotografata, l'arena!!!

Ultimamente nelle città mi piace fotografare sempre guardando verso l'alto scoprendo case, tetti, balconi fioriti con qualcosa di particolare e unico.
 
Come  non immortalare per tutti voi la famosa cassetta della posta di Giulietta con annesso negozietto che a ritmo serrato continua a sfornare ops cucire tanti cuori rossi con i nomi dei vari fidanzati.

La casa di Giulietta con la terrazza finestrata di un tempo.
Ed infine il famoso balcone, dove ai giorni nostri la donzella (Giulietta) si fa fotografare dall'immancabile fidanzato (Romeo)!

venerdì 2 ottobre 2015

Tasche jeans diventano presine

Quest'estate anche con il caldo qualcosa ho cucito. Avevo bisogno di nuove presine per la cucina.
Queste sono tasche di un paio di Jeans che non si usano più.
Ho ritagliato le tasche dal dietro dei pantaloni e nell'apertura ho infilato dell'ovatta sempre riciclata da un panno vecchio di un asse da stiro.
Cucito la chiusura della tasca, infilandoci un occhiello di stoffa colorato.

Appese le presine direttamente nei ganci liberi sopra il piano cottura in cucina.

sabato 19 settembre 2015

Tortino alla banana con burro di malga

Un semplice tortino alla banana, più di una io non ne ho usata. 
Di solito le torte le faccio con l'olio, questa volta ho provato il burro di malga.
Questo è il souvenir che ci siamo portati a casa dalla montagna, anche da donare a pezzi.
Ben due chilogrammi di burro. Si tiene sempre in freezer, è tutto giallo ed è buono anche da mangiare così, oppure spalmato sul pane con la marmellata.
Ricetta (come sempre tra parentesi la mia versione):
-   70 gr. burro
- 110 gr zucchero (100 gr.)
- 100 gr farina
- 3 uova
- 1 banana e 1/2 (1 banana)
- succo di un limone (io non l'ho messo)
- lievito


Ponete burro e uova a temperatura ambiente. Setacciate insieme lievito e farina. Separate i tuorli dagli albumi. Schiacciate con una forchetta le banane e versatevi sopra il succo di un limone così che non diventino nere.

Ponete il burro in una terrina e lavoratelo con un cucchiaio di legno.
Aggiungete 80 gr. di zucchero e continuate a lavorare. Quando avrete ottenuto una crema morbida e bianca aggiungete i tuorli d'uovo.
Aggiungete all'impasto la purea di banana e amalgamate bene.
A parte montare gli albumi con lo zucchero rimasto e quando avrete ottenuto una spuma soffice e ferma, aggiungetene metà all'impasto e amalgamate.
Procedete versando metà della farina e mescolate. Continuate ad aggiungere, mescolando continuamente, farina e albumi fino alla fine degli ingredienti.
Versate l'impasto su uno stampo da plum cake.
Infornate nel forno a 160° per 35-40 minuti.



sabato 5 settembre 2015

Un saluto veloce!

Ciao a tutti/e. Un saluto veloce il resto con calma più avanti.
Andata in vacanza in Alto Adige, a 10 km circa dal campanile di Curon nel lago di Resia.
Tutte e due le volte che siamo passati e fermati per fare due passi (tirava un vento fresco e gelido), era sempre nuvoloso tendente a pioggia ma, il posto per fotografare e fare una camminata è sempre molto piacevole.


lunedì 3 agosto 2015

La fiorista ha suonato per me

Venerdì 24 luglio 2015 ore 13.30 sento scampanellare, di solito è il postino ma, pensando mi dico non sono in attesa di nulla, chi sarà?
Il fiorista, mi ha risposto.
Quando sono scesa per vedere cosa aveva portato, era una lei di fiorista, chiedendomi "sei Marta" si ho risposto. 
Questo è per te.
Tre deliziose piantine di Kalonchoe adagiate su una nuvola rosa ed inserite in un bellissimo cesto di juta.

Non ho aperto subito il biglietto, ho atteso fino a sera.
Questo lo scritto che l'accompagnava!

Sono io di solito quella che fa le sorprese a tutti ed è rarissimo che io riceva qualcosa...

Questo per me è stato un super dono. Da una nuova amica, incontrata sempre ad un pellegrinaggio, questa volta conoscendoci al ritorno, all'ultima sosta di autogrill, che belle le sorprese inaspettate della vita.
Grazie Signore Gesù.




sabato 11 luglio 2015

La mia torta di fragole

Fragole: prima si assaggiano sempre e poi si decide di provare a fare una bella torta alle fragole.
Dalla foto risulta molto bianca, ovviamente perché nell'impasto non ci sono le uova, manca anche il latte ed il burro.


Ingredienti:

250 gr di farina
250 ml di acqua
100 gr di zucchero
30 gr di olio
1 bustina di lievito
Succo di limone
Fragole quante ne volete

Mescolate in un recipiente con la frusta elettrica l'acqua con l'olio. Unite il succo di limone, la farina setacciata con il lievito, lo zucchero e mescolate fino ad ottenere un impasto senza grumi.
Prendete una teglia, inserite la carta da forno e versate il composto.
Tagliate a metà alcune fragole e mettetele sulla superficie.
Infornate la torta a 180 gradi per 30-35 minuti (vale sempre la prova con lo stecchino).
Quando si è raffreddata, toglietela dalla teglia e decoratela con altri pezzettini di fragole a vostro piacimento.
Ottima veramente, è sparita nel giro di due giorni.

mercoledì 1 luglio 2015

Gita a Salò

Una visita al paese di Salò per camminare lungo il lago e andare a mangiare il gelato in una famosa gelateria dove bisogna fare la coda per acquistarlo.
C'è chi è capace di prenderlo due volte ed allora si rimette pazientemente in linea, pur di assaggiare altri dolcissimi gusti.
Proprio nella piazza del Dolce si trova anche il Duomo: maestoso da fuori con una semplice scalinata, bello al suo interno dove al centro dell'altare pende un enorme crocifisso con le braccia spalancate in attesa, che tutte quelle persone sedute all'esterno entrino a fargli un saluto!
Particolare della facciata
Nelle stradine interne di Salò tante porte, balconi, terrazze fiorite che invitano solo ad essere ammirate e fotografate.




domenica 21 giugno 2015

Macedonia all'italiana

Cosa avrà mai di speciale questa macedonia? Nulla e tutto. Ha i sapori freschi dell'estate.
E' un invito per tutte le persone dal resto del mondo che spulciano questo blog.
Preparazione:

1 Banana
1 Kiwi
1 Pesca
2 Albicocche
Fragole quante ne volete
1 cucchiaio di zucchero di canna
Il succo di un limone
Dare una bella mescolata e poi mettere in frigorifero.

Quando è pronta gustarla molto variopinta ma, sempre e solo all'italiana!

sabato 13 giugno 2015

...mi manchi dice il melograno...

Il melograno ce la sta mettendo tutta ma, si sa a Primavera cosa si vuol pretendere.
Anche se vede poco la palma, quando si ritrova da solo non riesce a concentrarsi, non riesce a fare nulla, riesce solo a sognare ad occhi aperti per qualcosa che non avrà mai e non gli potrà mai appartenere.
Con tutti gli alberi a questo mondo proprio della palma doveva innamorarsi e di quel tipo di palma, fosse una qualunque, ma invece è molto speciale!
Quante volte il melograno ha pensato ma si sono riuscito a dimenticarla;
invece poi si è accorto che solo la palma può riempire il vuoto del suo cuore!

sabato 16 maggio 2015

Passeggiata al lago

Prime domeniche di sole. Invece di partire dopo aver mangiato, decidiamo di preparare due panini al "volo" e partire prima di pranzo per passeggiare lungo il lago con il primo sole caldo di maggio.
Arriviamo a Lazise, parcheggiamo in un posto lontano dai parcheggi a pagamento ma, che conosciamo bene e poi a piedi raggiungiamo le mura del castello.
C'intrufoliamo tra i vicoletti dove ci portano direttamente al centro e lungo la passeggiata pedonale che costeggia l'acqua.
Scopriamo con enorme piacere che la zona dove sono ormeggiate le barche e fino a due anni fa adibita a parcheggio auto ora è diventata pedonale, allargando così il marciapiede e godendo dell'aria fresca e ventilata del lago. 
Come non ammirare il lago spazzato via dalle nuvole fino all'orizzonte delle montagne e del versante bresciano.

giovedì 7 maggio 2015

Borsa per tutti gli usi

Borsa di stoffa, ultra capiente, leggera, sta anche piegata in borsa per acquisti dell'ultimo minuto, per portare libri e tante cose che le mamme di ogni età possiedono!

Stoffa di cotone un poco elasticizzata, (acquistata al mercato a Padova), cucito la borsa, disfatta e rifatta un poco di volte (la cucitura inglese, non viene sempre alla perfezione) ma, alla fine mi è riuscita e sono anche soddisfatta del risultato.

sabato 18 aprile 2015

Schiacciata alla frutta

Un buon dolce per il sabato pomeriggio. Semplice schiacciata alla frutta con le immancabili mele che si trovano tutto l'anno.

INGREDIENTI

200 gr farina
100 gr zucchero
4 cucchiai latte (o acqua)
succo di 1/2 limone
2 uova
1 cucchiaino e mezzo di lievito
40 gr burro (io uso sempre e solo olio)
Frutta ciò che più vi piace (ricetta originale dice 1 scatola di albicocche sciroppate), io la faccio sempre con le mele.

PROCEDIMENTO

Lavorate con la frusta elettrica  il burro finché sarà cremoso; aggiungere lo zucchero, le uova 1 alla volta, il latte, il succo di limone; deve formarsi una crema omogenea. Poi setacciare il lievito con la farina. Stendere l'impasto con una spatola e mettere sopra le mezze fette di frutta.
Cottura: 180° per 30 minuti. Fa fede comunque sempre la prova stecchino ed i vostri forni che sono tutti diversi.

martedì 14 aprile 2015

Pasquetta in città

Piccole foto prese al volo nel giorno di Pasquetta con un cielo limpido, il sole e l'aria ancora fredda e frizzante di inizio primavera.
 La basilica di Sant'Antonio vista dalla parte opposta del Prato della Valle.

La statua di San Leopoldo posta al di fuori della chiesa omonima che accoglie ormai anche qui pellegrini da ogni parte del mondo.

Una giostra antica per il divertimento di piccini e grandi che l'ammirano.

domenica 5 aprile 2015

Pasqua 2015

Gesù è veramente Risorto e dona la sua Pace e Gioia a tutti noi. 
Vi auguro che possiate incontrarlo vivo e vero nella vostra vita.

venerdì 27 marzo 2015

Un piccolo dono per una grande persona

Un piccolo e semplice dono.
Un semplice cerchio di jeans, forato con alcuni buchi, dove è stato fatto passare un nastrino colorato.

Sciogliendo il fiocco, si apre da solo e si scoprono al suo interno tanti cioccolatini al caffè.
Un piccolo dono di compleanno per una grande persona.
Spero che l'abbia gradito!

giovedì 19 marzo 2015

Per il mio papà

Biscotti all'anice o ciambelle al vino!?!
La prima volta che ho fatto queste ciambelle sono passati quasi due mesi e a me sembravano sinceramente più biscotti. Un poco pesanti.
Ora che ho rimesso le mani in pasta, sono usciti biscotti super profumati all'anice.
Un sacchettino per il mio papà consegnato già il 16 marzo che era suo compleanno ed un altro sacchettino per mia sorella ed i suoi bimbi.
L'unico bimbo che gli ha mangiati volentieri, Damiano, di quasi due anni.

Ecco gli ingredienti e tra parentesi come sempre la mia versione

500 gr farina (molto meno, poi vi spiego)
125 ml olio oliva
1 pizzico sale
180 gr. zucchero (quello di canna)
1 cucchiaino di sambuca, anice, grappa o anche nulla
125 ml di vino rosso (vino bianco liquoroso, quello che passa la casa)
1 cucchiaino raso di bicarbonato

In una terrina mettete il vino con lo zucchero ed iniziate a mescolare (ho fatto tutto a mano), aggiungete l'olio, la fialetta di anice. Aggiunto il bicarbonato. 
Setacciato la farina ed iniziato ad amalgamare. La quantità di farina è così tanta, perché solo aggiungendola si vede quanta ne serve, io ne ho messa tra i 300-400 gr circa. Vedete dalla consistenza della pasta.
Poi staccate un pezzetto di pasta, arrotolate sul piano tanti piccoli filoncini e chiudete a ciambella.
Mettete in forno a 180° per 20-25 minuti.

Io uso ancora forno a legna quindi la mia temperatura ed i minuti variano sempre.
Questa volta, come vi dicevo, mi sono venuti fuori leggerissimi con impasto migliore, forse perché ho dosato meglio gli ingredienti.

Profumati all'anice e come si dice uno tira l'altro ed il mio papà gli ha graditi molto.

venerdì 6 marzo 2015

Lavanda e riciclo

Presto per parlare di lavanda? Quella essiccata e messa da parte dura tutto l'anno.
Questi semplicissimi profuma-biancheria confezionati ancora ad agosto scorso ma, sempre attuali per l'uso, sono stati una richiesta di mia sorella per dare aria nuova agli armadi.
Lavanda e foglie di alloro insieme, avvolti da un centrino di tulle, quelli che contenevano tanti confetti.

Avete presente nelle confezioni di panettoni e pandori a Natale c'è sempre un nastrino colorato; a casa da sempre si usa riciclare e metterlo da parte.
Per la confezione dei sacchettini si usano tanti ritagli di stoffa: questa sotto per esempio è il fondo di una manica, cui inserendo il tulle poi si chiude sopra e sotto con un semplice punto a macchina diritto o fantasia.
Oppure avanzi di tende come questo qui in basso ed il nastrino (di Natale) per poterlo appendere meglio ad un attaccapanni nell'armadio.

Spazio al riciclo, lavanda e fantasia! 







sabato 28 febbraio 2015

Leone anche a Padova

Avete presente il Leone di San Marco a Venezia?
Oggi mi trovavo nella mia città e guardando in alto, (perché ultimamente tante idee vengono principalmente da li), in Piazza dei Signori, sopra una colonna c'è un bel leone alato.
Con una bella giornata di sole come non fotografare anche l'antica Torre dell'Orologio della stessa Piazza di Padova!
Ogni tanto tornare alle proprie origini fa più che bene.